Scuola di Alta Formazione Filosofica

  


Leonardo Lotito

La bellezza tautosemica

Riflessioni sul simbolo e sull'allegoria
 a partire dall'opera di Karl Philipp Moritz


Ci˛ che significa se stesso Ŕ la bellezza come totalitÓ autocompiuta, come perfezione della forma ripiegata su di sÚ. Come pu˛ per˛ questa bellezza essere significativa, condivisibile, comunicabile? Che rapporto vi Ŕ tra la bellezza autotelica e il simbolo autoreferenziale? Non si produrrÓ una frattura allegorica in questa identitÓ di significante e significato che Ŕ il simbolo classico, quanto pi¨ tale simbolo tenderÓ a rinchiudersi su se stesso, escludendo ogni alteritÓ ontologico-semantica? Per rispondere a questi interrogativi abbiamo ripercorso lo straordinario itinerario intellettuale di Karl Philipp Moritz, sollecitandolo a confrontarsi con le contemporanee teorie sul simbolo e sull'allegoria.

Leonardo Lotito Ŕ professore a contratto presso la FacoltÓ di scienze della formazione dell'UniversitÓ di Torino. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Dal mito al mito. Analogia e differenza nel pensiero di J. G÷rres, Bologna 2001; Il mito e la filosofia. La mitologia come racconto dell'essere, Milano 2003; Potenza e concetto nella critica schellinghiana a Hegel, Milano 2006.


  

Indice  
 


 

Introduzione  9

1. 

Essere e Significato  9

2. 

Il problema in Moritz e le linee del suo sviluppo  12

 

I.

 

Il Bello  15

1. 

La totalitÓ autocompiuta del bello  15

2. 

Presenza del bello, assenza delle parole  20

 

II.

Linguaggio e pensiero legalitÓ e il sentimento puro  27

1. 

Segni e cose  27

2. 

Vuotezza del linguaggio  38

3. 

Digressioni  44

4. 

Il pensiero concentrico  46

5. 

Errare labirinticamente  54

6. 

La ripetizione  55
    

III.

Il tautosemico  59

1. 

Dalla mera presenza al simbolo  59 

2. 

Dal simbolo all'allegoria  71

  

IV.

Sviluppi del problema dell'autosignificazione (1): l'ornamento  77

1. 

Ornamenti e cornici  77

2. 

Le colonne  80

3. 

Giochi del gusto  81

   

V.

Sviluppi del problema dell'autosignificazione (2): la mitologia  87

1. 

 Il "se stesso" mitologico  87

2. 

 Verso un'interpretazione allegorica della mitologia  94

   

VI.

Il significato (dell') insignificante  105

1. 

Ermeneutica del simbolo 105

2. 

Il significato (dell') insignificante  109

3. 

L'insignificante quotidiano  111

4. 

Deduzione di una simbolica dell'insignificante  115

5. 

La morte del segno: il tratto tanatologico  117
 

VII.

La giustificazione insensata, la rassegnazione impossibile  123

1. 

Fisiodicea estetica  123

2. 

Anaclastica senza fuoco  129 

3. 

Individuo e TotalitÓ  132 

4. 

Domande e risposte insensate  134

 

Appendice in forma di nota
(ad uso di sviluppi futuri): il destino dell'autonomia
tra simbolico e classico
  141

 

Bibliografia  157

 

 

 

L. Pareyson  |  Home  |  Presentazione  |  Lo statuto  |  Attività in corso  |  Archivio attività
Pubblicazioni  |  Annuario Filosofico