Scuola di Alta Formazione Filosofica


Luigi Pareyson

Estetica dell'idealismo tedesco
  
III. Goethe e Schelling


 


Nei grandi corsi universitari su Goethe, tenuti fra il 1956 e il 1963, si scandiscono i momenti del continuo e proficuo rapporto di Pareyson col poeta tedesco, nel definirsi di una congenialità sempre più evidente alla luce del confronto fra la nozione goethiana di "forma" e quella pareysoniana di "formatività", così centrale nell'estetica del filosofo torinese e insieme così legata a quello che sarà l'ulteriore svolgimento della sua teoria dell'interpretazione; mentre nel corso sull'estetica di Schelling del 1964 possiamo riconoscere il primo scritto di ampio respiro dedicato da Pareyson a un pensatore che si sarebbe poi rivelato decisivo - come mostrano ancor più le ultime pagine del saggio sull'estetica musicale dello stesso Schelling, che chiudono questo volume - nel successivo precisarsi della filosofia dell'interpretazione come ontologia della libertà.
Fondamentali quindi per cogliere le tappe dell'autonomo svolgimento della riflessione di Pareyson nel confronto con due fra gli autori a lui più profondamente affini, i testi qui ripresentati costituiscono altresì strumenti utilissimi per la conoscenza del loro pensiero estetico, indagato ed esposto con una piacevolezza letteraria che nulla toglie, compenetrandovisi anzi armonicamente, alla sempre avvertita esigenza del rigore filologico e sistematico.




 
Indice

 


Premessa del curatore 5

Fonti 7

L'ESTETICA GIOVANILE DI GOETHE

Introduzione 11
 

PARTE PRIMA
L'ESPERIENZA GOETHIANA DELLA NATURA
  

I. Il sentimento poetico della natura

  1. Natura e movimento 15
  2. Consonanze fra interno ed esterno 15
  3. Gioia di vivere 16
  4. Creatività della natura 17
  5. Partecipazione alla vita universale 18
  6. Divinità del sensibile, eternità dell'istante, infinità del punto 19
  7. Essere nel tutto e avere il tutto in sé 21
  8. Il gran flusso vitale della natura e la sua concentrazione nell'istante 22
  9. L'immedesimazione nel tutto 23

II. Esperienza di sé come natura 25

  1. Gusto per la naturalezza 25
  2. Gusto per la spontaneità 25
  3. Spontaneità della produzione geniale 26
  4. Il genio come natura 27
  5. Le teorie del genio 28

III. Conoscenza scientifica della natura 29

  1. Studi scientifici 29
  2. Antitesi fra scienza ed estetica 30
  3. Verso un nuovo concetto di scienza: penetrazione della vita 31
  4. Contro la scienza materialistica 32

IV. Riflessione filosofica sulla natura 33

  1. Studi filosofici dell'adolescenza 33
  2. Influsso del naturalismo rinascimentale tedesco 34
  3. Conoscenza di Giordano Bruno 35
  4. Influsso di Giordano Bruno 36
  5. Il "systema emanativum" 37
  6. Conoscenza di Spinoza 38
  7. Influsso di Spinoza 39 
     

PARTE SECONDA
LA CONCEZIONE GOETHIANA DELLA NATURA
 

I. Creatività della natura 41

  1. Infinita fecondità della natura vivente 41
  2. Il finito come espressione dell'infinito 42
  3. Il sensibile molteplice e mutevole come espressione e sede di Dio immutabile e uno 42
  4. Formazione e trasformazione 44
  5. Creazione e distruzione 44

II. Unitotalità della natura 45

  1. Libertà e necessità 45
  2. Bene e male 46
  3. Le parti e il tutto: identità e infinità 47
  4. Impossibilità di dividere il tutto e di assolutizzare il finito 48
  5. La parte espressione del tutto 49
  6. Dio immanente 49

III. La natura e l'uomo 51

  1. Conoscere la natura 51
  2. Conoscere e partecipare 51
  3. Partecipazione alla vita della natura 53
  4. Limiti dell'uomo 53
  5. Positività dei limiti umani 54

IV. Il genio 55

  1. Creare significa partecipare alla vita universale 55
  2. Unione con la natura 56
  3. Gioia di creare 57
  4. Caratteri del genio 58
  5. La questione del titanismo 59
  6. Affermazione di sé 60
  7. Negazione di sé 61
  8. Equilibrio tra affermazione di sé e negazione di sé 62
  9. I pericoli della divinizzazione 63
     

PARTE TERZA
LA CONCEZIONE GOETHIANA DELL'ARTE
 

I. Originalità e spontaneità 65

  1. Ritorno alla natura 65
  2. Contro l'imitazione 66
  3. Contro le regole 67
  4. Originalità e spontaneità 68

II. Natura e arte 69

  1. Rappresentazione della vita 69
  2. Espressione del sentimento 70
  3. La regola della natura 71
  4. Organicità dell'arte 72
  5. L'arte prolunga la natura 74 

III. L'artista e l'opera 76  

  1. Le doti dell'artista 76
  2. Il lavoro artistico 77
  3. Somiglianza fra l'artista e Dio78
  4. Presenza dell'autore nell'opera 79 

IV. La critica d'arte 80 

  1. L'artista e il pubblico: donare e amare 80
  2. Amatori e critici: partecipare e analizzare 81
  3. L'artista e il lettore: creare e sentire 83
  4. Negatività della critica 84
  5. Affinità fra autore e lettore 85
  6. L'opera stessa parla al lettore 87
     

L'ESTETICA PRECLASSICA DI GOETHE

PARTE PRIMA
GLI SCRITTI DEL 1775
 

  1. Tendenza oggettiva di Goethe 91
  2. Creatività dell'amore e legalità della natura 92
  3. Il terzo pellegrinaggio alla tomba di Ervino 95
  4. Grandezza e verità nell'arte e nella natura 96
  5. Creatività nell'arte e nella natura 97
  6. Legalità dell'arte e della natura 98
  7. Potenza dell'amore e rapporti fra arte e natura 99
  8. La Postilla a Mercier 100
  9. Forma esterna e forma interna 101
  10. Interiorità della forma 101
  11. Oggettività della forma 102 
  12. Naturalità e artificialità dell'arte 103
  13. Il saggio su Falconet 105
  14. Sentimento e armonia 106
  15. Conoscenza dell'armonia universale e delle forme individuali 107
  16. Equivalenza dei soggetti e degli autori 108
  17. Congenialità e limitazione 110
  18. Oggettività del sentimento 111
     

PARTE SECONDA
IL CONCETTO DI LIMITAZIONE
 

  1. Positività del limite 113
  2. La limitazione del dovere 114
  3. La limitazione della società 115
  4. Limiti dell'umanità 115
  5. Possibilità dell'umanità 118
  6. Limitazione e possibilità: "angustia", "misura" e "destino" 120
  7. Destino e incoscienza 121
  8. Il concetto di "Reinheit": purificazione e rigenerazione 123
  9. Raccoglimento, solitudine, verità, formazione di sé 124
  10. La "Stille": calma operosità 126
  11. Aspetto "notturno" della creatività 128
  12. "Dumpfheit": torpore e incoscienza 128
  13. Aspetto "vegetale" della creatività 130
  14. La speranza e la pazienza 132
     

PARTE TERZA
L'INNO ALLA NATURA
 

  1. Legalità della natura e dell'arte 135
  2. L'inno in prosa su la Natura 135
  3. Totalità e particolarità: immutabilità e mutevolezza 137
  4. La natura come gioco 141
  5. Gli artifici della natura: il molto dal poco 145
  6. La natura è tutto 150
  7. Insondabilità della natura 152
  8. Incondizionatezza della natura 153
  9. Il gioco della natura 154
  10. Contraddittorietà della natura 155
     

PARTE QUARTA
POESIA DELLA NATURA
 

  1. Maggior confidenza con la natura 157
  2. Nuovo senso della natura 158
  3. L'immutevole sopra il mutevole 160
  4. Immutabilità, divinità, insondabilità della natura 163
  5. Grandezza e sublimità della natura 166
  6. Formatività della natura 170
  7. Scienza e poesia: il saggio sul granito 172
     

PARTE QUINTA
SCIENZA E FILOSOFIA DELLA NATURA
 

  1. Significato della ricerca scientifica 176
  2. Studi di geologia 177
  3. Studi di anatomia 178
  4. Studi di botanica 179
  5. Goethe e Jacobi: "fisica" e "metafisica" 180
  6. Goethe e Spinoza: panteismo e acosmismo 181
  7. Lo Studio su Spinoza: finito e infinito 183
  8. La vita: l'individuo e l'organismo 184
  9. Il limite 186
  10. Grande, vero, sublime, bello 187
     

L'ESTETICA DI GOETHE E IL VIAGGIO IN ITALIA

PARTE PRIMA
ARTE E NATURA
 

  1. L'organicità dell'opera d'arte 191
  2. Spontaneità e incoscienza della produzione artistica 192
  3. Concezione stürmeriana della natura e dell'arte 196
  4. Passaggio alla concezione classica della natura e dell'arte 200
     

PARTE SECONDA
LA VISIONE OGGETTIVA
 

  1. Realizzazione d'un'antica aspirazione 206
  2. Riconoscimento e novità 211
  3. Rinascita e felicità 214
  4. Contro il pericolo della distrazione 218
  5. Desiderio di oggettività 224
  6. Godimento, contemplazione, giudizio 227
     

PARTE TERZA
IL TIPO IDEALE
 

  1. Dall'individuo al tipo 231
  2. Gli studi botanici di Goethe in Italia 233
  3. Il concetto del tipo primitivo della pianta: la pianta originaria 237
  4. L'arte antica 243
  5. Le leggi dell'arte e della natura 247
  6. Grandezza e verità 250
  7. Coerenza dell'opera e sua adeguazione ai propri limiti sia interni che esterni 256
     

LA PRIMA ESTETICA CLASSICA DI GOETHE
 

Avvertenza  265

L'ESTETICA DI SCHELLING

PARTE PRIMA
L'ARTE COME ORGANO DELLA FILOSOFIA
 

  1. L'attività estetica come mediatrice fra la teoretica e la pratica 269
  2. Coscienza e incoscienza nella produzione artistica 271
  3. Il prodotto artistico come prodotto del genio 273
  4. I caratteri del prodotto artistico 276
  5. Arte e filosofia 278
     

PARTE SECONDA
BELLEZZA E VERITÀ
 

  1. I problemi "Bruno" 282

  2. Verità assoluta e verità relativa 283

  3. Intemporalità della bellezza 285

  4. Unità di verità e bellezza 287

  5. Arte e filosofia  289

  6. Possibilità e necessità della filosofia dell'arte 292
     

PARTE TERZA
I FONDAMENTI DELLA FILOSOFIA DELL'ARTE
 

  1. Natura e compiti della filosofia dell'arte 295

  2. Dio, natura, spirito 298

  3. Le diverse potenze e l'unità della ragione 300

  4. Il posto dell'arte nell'universo 302

  5. L'arte come rappresentazione delle idee 306
     

PARTE QUARTA
ARTE E MITOLOGIA
 

  1. Le idee e gli dei 308

  2. La mitologia come materia dell'arte 310

  3. Simbolo, schema, allegoria 313 

  4. Poesia e mitologia antica e poesia e mitologia moderna 316

  5. Poesia simbolica della natura e poesia spirituale della storia 318

  6. Poesia classica e poesia cristiana 321

  7. Cattolicesimo, protestantesimo, illuminismo 325

  8. Verso la nuova mitologia 328
     

PARTE QUINTA
IL SISTEMA DELLE ARTI
 

  1. Il sistema della divisione delle arti 331

  2. La musica 332

  3. La pittura 336

  4. L'architettura e la scultura 342

  5. La poesia 348

 

L'ESTETICA MUSICALE DI SCHELLING 351

Note del curatore 375

Indice dei nomi 381




 

L. Pareyson  |  Home  |  Presentazione  |  Lo statuto  |  Attività in corso  |  Archivio attività
Pubblicazioni  |  Annuario Filosofico